Categoria eventi: lab

← Torna a tutti gli eventi

Cerca per categoria:  LAB | VISUAL ART | PERFORMING ART

Categoria eventi: lab

← Torna a tutti gli eventi

Cerca per categoria:
LAB | VISUAL ART | PERFORMING ART

Caricamento Eventi

Presso l’Auditorium polifunzionale Romano Treu, a Moggio Udinese, domenica 11 febbraio alle ore 15.00, saranno presentato le opere prodotte nell’ambito del festival Ephemera con la comunità locale: il film Poç (2023), nuova produzione dell’artista Elena Mazzi, realizzato attraverso un processo partecipativo, Braide, podcast dell’artista sonoro e autore radiofonico Marco Stefanelli, e Alice e il Pesce, video esito di un laboratorio condotto da Altreforme con i bambini delle elementari del comune alpino.

 

Poç

“Siamo in un paese dove ogni anno, dalla tarda primavera, accade qualcosa di unico ed eccezionale. […] Una piscina, costruita nella roccia durante la prima guerra mondiale, ogni anno è pulita a mano con scrupolosa attenzione, protetta dalla comunità attenta a non pubblicizzarla al turismo di massa. […] Il movimento e il ritmo delle immagini creano una dimensione spaziale evanescente, apparentemente indefinita in una temporalità sospesa e quasi congelata. Lentamente viene svelato il contesto, ma non le sue coordinate, e la storia avanza senza soluzione di continuità articolata in quattro micro capitoli di una narrazione che potrebbe procedere all’infinito. [estratto dal testo curatoriale di Michela Lupieri]

Poç (2023) è un film e nuova produzione di Elena Mazzi articolato attorno a un luogo in cui la natura accoglie un intervento antropico destinato al tempo ludico, oggetto di cura e condivisione, protetto e custodito dalla comunità come un prezioso patrimonio segreto, tanto “inutile” quanto necessario. Il processo di ricerca, creazione e produzione è avvenuto tra maggio e agosto 2023, durante una residenza d’artista a Moggio Udinese, supportata dalla Proloco del paese. Mazzi ha coinvolto la comunità e le associazioni del luogo attingendo alla memoria orale e storica, studiando i contesti naturalistici e antropici del territorio stesso al fine di raccontare l’inestricabile rapporto della comunità con il luogo in cui vive. Il video prodotto dal festival è finanziato anche con il contributo di Artopia Gallery e il supporto tecnico di Nautilago Trasaghis.

Dopo le anteprime di Trieste e Moggio Udinese, Poç (2023) viene proiettato dal 9 febbraio alla mostra “Epimeleia” alla Artopia Gallery di Milano e da fine marzo a Venezia nella project room di Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna nella rassegna “Polifonie italiane” curata da Camilla Salvaneschi e Angela Vettese.

 

Braide

Un podcast. La Braide sono prati coltivati a maggese che si estendono tutt’intorno al paese di Moggio Udinese. Sono luoghi dell’anima, stretti tra le case e il bosco, abitati dai grilli e dai cervi, attraversati dalla gente. È lungo i sentieri tra l’erba alta della braide che si snoda questo viaggio sonoro, all’ascolto delle voci, dei suoni, dei canti di tre generazioni.

Il podcast nasce da una residenza d’artista che ha portato Marco Stefanelli a Moggio Udinese a luglio 2023. Attraverso un laboratorio intergenerazionale d’ascolto e di narrazione sonora, Stefanelli ha coinvolto un gruppo di adolescenti del paese, invitandoli non solo ad indagare, ascoltare e registrare gli ambienti sonori che li circondano, ma anche ad interrogarsi e interrogare chi li circonda per intessere relazioni, comprendere il passato e costruire una memoria storica della comunità: tenere traccia del passato nel presente, e costruire tracce del presente per il futuro. Da questa esperienza, e dalle storie raccolte dallo stesso artista, ha origine questo lavoro.

 

Alice e il Pesce

Una misteriosa banda di robot ha rapito tutte le bambine e i bambini della vallata. Alice è riuscita a scappare e con l’aiuto di un pesce cerca di liberarli. Ci riuscirà?

PROSSIMAMENTE SU QUESTO SCHERMO –

Grazie alla collaborazione con l’Istituto Comprensivo Trasaghis, i bambini della 4a e 5a elementare di Moggio Udinese sono stati coinvolti in un laboratorio di produzione video a cura di Andrea Trincardi e Augusta Eniti di Altreforme. Come una vera troupe cinematografica, i bambini hanno prodotto un “film” di cui sono stati autori, sceneggiatori, scenografi, attori, cameramen, sperimentando con videocamere subacquee e green screen, imparando e osservare con occhi nuovi l’ambiente che li circonda, e imprimendovi la propria impronta con nuove narrative.

Torna in cima